Parrocchia Cascina Gatti - Sito ufficiale - Sesto San Giovanni

Vai ai contenuti

Menu principale:




         
 

   Anche noi . al seguito di Papa Francesco





















SPEZZAVA IL PANE CON CORAGGIO

il coraggio di fuggire alla tentazione di restare terra arida
La terra ci richiama il deserto nel quale Gesù viene spinto dallo Spirito per essere tentato dal diavolo. La terra ci richiama il nostro essere fragili, creati dalla terra, ma capaci di soccombere alle lusinghe de! demonio. Ma solo in virtù della forza dello Spirito potremo essere terra disposta ad accogliere il seme della parola di Dio, perché non di solo pane vive l'uomo, ma di ogni parola che esce dalia bocca di Dio. È proprio grazie a questa parola che la nostra vita può diventare terreno buono per quel frumento che diventerà pane che non sazia il corpo, ma la nostra fame di Dio nell'Eucaristia.

"VI LASCIO LA PACE, VI DO LA MIA PACE. NON COME LA DA' IL MONDO, IO LA DO A VOI".
Lungo i secoli ci si è rivolti a Maria con tanti appellativi, alcuni di essi riguardano Lei, i suoi doni, la sua vita, altri riguardano il suo rapporto con noi. L'invocazione: "Regina della Pace, prega per noi" riguarda entrambe le situazioni.
Noi abbiamo bisogno di pace. In tutti i secoli l'uomo ha sempre lasciato emergere il peggio di sé e sono venute le guerre: provate a pensare a quante persone nel passato e ne! presente sono morte a causa della violenza!
Ma la pace non è stata minacciata solo dalle armi: pensate alle guerre, alle violenze che succedono nel mondo del lavoro, per la conquista del denaro o del potere, provate a pensare a quante famiglie divise da lotte fraterne, a quante persone umiliate, schiavizzate per egoismo di altre...
A volte ci viene quasi da disperare sul fatto che l'uomo possa su questa terra essere in pace.
Maria c'è riuscita! Non è che alla Madonna sia andata molto meglio di noi.
Fin da ragazza ha subito umiliazione da parte di chi la vedeva incinta prima che sposa. Poi, immaginatevi quale deve essere stata la sua pena nel partorire il proprio figlio in una stalla: Lei, al Figlio di Dio non poteva offrire neanche una casa decente, poi lei e la sua famiglia hanno subito il
sopruso dei potenti e per salvare suo Figlio, ha dovuto prendere la strada dell'esilio, è vissuta in un mistero più grande di lei, ha assistito alla morte in croce di suo Figlio...ma Maria non ha perso la pace, perché la pace, quella che viene da Dio non è assenza di guerre, compromesso per non
arrivare a distruggerci.
La pace di cui parla Cristo e che era nel cuore di Maria è completamente diversa dalla pace del mondo. La pace di Cristo resiste al dolore, alle prove, alle umiliazioni, alle privazioni di ogni genere. E' la pace dei missionari, dei martiri, dei santi, dei veri cristiani.
La pace di Cristo nasce da un atto di fede totale nella bontà di Dio; nasce dalla certezza che Dio ha in pugno la vita e la storia, nasce da un abbandono confidente all'Onnipotente.
Ecco quello che noi invochiamo da Maria per il mondo, per le nostre famìglie, per noi stessi quando in ogni situazione della nostra vita continuiamo ad invocarla: "Regina della pace, prega per noi"












Santa Faustina Kowalska, l'apostola della Divina Misericordia, appartiene oggi al gruppo dei santi della Chiesa più conosciuti. Attraverso lei il Signore manda al mondo il grande messaggio della misericordia Divina e mostra un esempio di perfezione cristiana basata sulla fiducia in Dio e sull'atteggiamento misericordioso verso il prossimo.


Suor Caterina Labouré  >   Madonna della medaglia miracolosa

Suor Giuseppa Alhama Valeria  >  Madre speranza





                                                 

                                                  











 
Torna ai contenuti | Torna al menu